Esportazione, Internazionale, Spedizioni

Come spedire negli USA: Tutto quello che devi sapere.

Spedire negli USA: Tutto quello che devi sapere

Spedire negli Stati Uniti è complesso e richiede un operatore capace di conoscere il mercato americano e di sapere come funzionano le tassazioni e le diverse barriere doganali. Se la tua azienda, il tuo e-commerce, la tua rete commerciale, stanno spingendo per attraversare l’Oceano e conquistare il mercato americano, non avere paura, noi di DVA siamo in grado di aiutarti e supportarti per spedire negli Stati Uniti. Perché possiamo dirtelo e perché possiamo accompagnarti a spedire negli USA?

  1. Siamo AGENTE IATA certificato
  2. DVA ha una filiale negli Stati Uniti, per agevolare le spedizioni oltreoceano
  3. Servizi doganali
  4. Già moltissime aziende spediscono con noi negli USA
  5. Spediamo negli Stati Uniti alimento e altre merci delicate, come profumi, agrumi, cibi e vino, ma anche articoli di moda, porcellane e merci pericolose.

In questi anni il mercato ha aperto le porte a nuove opportunità per le aziende Italiane e se le vuoi cogliere, le spedizioni potrebbero essere il tallone di Achille della tua espansione, non solo in America.

In questo articolo vogliamo prima di tutto spiegarti come fare, fornirti una check list dei diversi punti di attenzione che devi avere, aiutarti a comprendere perché spedire in un paese come quello Americano sia complesso, sì, ma anche possibile, con il percorso giusto. Siete pronti a spedire negli USA? Ecco cosa vedremo. 

Cosa serve per spedire negli USA? 

Come per tutte le spedizioni, anche per quelle verso gli Stati Uniti sono richieste informazioni di base, per esempio il contenuto del pacco, chi è il destinatario, il valore degli articoli spediti, se la spedizione è un regalo o se è destinato a scopi commerciali, ecc.  

Ma uno dei problemi più comuni quando si spedisce negli Stati Uniti è la mancanza di informazioni sulla documentazione necessaria per la spedizione., alcune delle cose primordiale sono: 

  • Nome e indirizzo di mittente e destinatario; 
  • Numero di articoli che si vuole spedire; 
  • Descrizione dettagliata (in inglese) e valore unitario della merce; 
  • Valore totale e origine dei prodotti. 

Cosa è vietato spedire negli USA?

Attenzione! Non tutto può essere spedito o comunque servono attenzioni.  

Comunque dobbiamo conoscere la differenza tra merci vietate e merci soggette a restrizioni o merci pericolose.

(Guarda il video su YouTube in cui spieghiamo la differenza tra i due tipi di merci Quale merce non può essere trasportata? )

Ora, vediamo quali sono alcuni prodotti che non possono essere spediti negli Stati Uniti in nessun caso: 

  • Munizioni 
  • Assegni bancari, banconote o monete  
  • Cadaveri, resti cremati o esumati 
  • Fuochi d’artificio 
  • Rifiuti pericolosi 
  • Diamanti industriali 
  • Avorio 
  • Pietre preziose sfuse 
  • Marijuana, compresa la marijuana medica 
  • Materiale pornografico 
  • Francobolli 
  • Opere d’arte 

Ma se invece devi spedire un regalo come abbigliamento, cosmetici, prodotti alimentari non deperibili, bevande alcoliche, effetti personali; o prodotti medici come sostanze biologiche, campioni umani o animali esenti, ci sono requisiti specifici di imballaggio, etichettatura e altro richiesti dal governo statunitense. 

Quali documenti servono per spedire negli Stati Uniti?

Come abbiamo già menzionato, sono necessari alcuni documenti per l’esportazione di merci e bisogna prestare molta attenzione quando si compilano i dati richiesti, perciò il minimo errore o la mancanza di informazioni potrebbe far sì che il pacco venga trattenuto alla dogana all’arrivo negli Stati Uniti e di conseguenza la consegna del pacco potrebbe essere ritardata o rifiutata e rispedita al paese di origine, con conseguenti perdite per voi. Ecco alcuni documenti essenziali per la spedizione negli USA: 

  • Lettera di Vettura (AWB) viene preparata dal vettore; Guarda il video ” Cosa devi sapere per una spedizione verso l’estero?
  • Fattura Commerciale, nel caso di un regalo fattura pro-forma,  
  • Dichiarazione di libera esportazione  
  • Numero di partita IVA1 / codice fiscale del mittente e del destinatario. 

Per evitare qualsiasi inconveniente e se hai qualunque dubbio sulla documentazione necessaria, ti invitiamo a contattarci.  DVA Express, come agente IATA e con uno staff di operatori certificati nella gestione di merce pericolose e documentazione doganale, possiamo fornire consulenza personalizzata in modo che la tua spedizione non abbia inconvenienti. 

1TAX ID NUMBER 

Come calcolare i dazi doganali per spedire negli Stati Uniti

Sappiamo che tutte le merci importate negli Stati Uniti possono essere soggette a tassazione o a esenzione doganale in base alla loro classificazione della Harmonized Tariff Schedule of the United States, e possono variare a seconda del Paese di origine.  

Però come vengono calcolate le tassazioni? Beh, esistono tre tipi di tariffe quando le merci sono soggette a tassazione che possono essere applicate: 

  • Tariffa ad valorem, che è il tipo di tariffa più spesso applicata, è una percentuale del valore della merce, ad esempio il 5% ad valorem.  
  • Tariffa specifica è un importo specifico per unità di peso o altra quantità, ad esempio 5,9 centesimi per dozzina.  
  • Tariffa composta è una combinazione di una tariffa ad valorem e di una tariffa specifica, ad esempio 0,7 centesimi al chilo più il 10% ad valorem.  

Ma ci sono delle esenzioni dal pagamento delle tasse e quelle più frequentemente applicate sono previste dal Sistema delle Preferenze Generalizzate (GSP); come alcune esenzioni personali, esenzioni per articoli per scopi scientifici o altri scopi istituzionali ed esenzioni per le merci americane restituite. 

Come si effettua lo sdoganamento negli USA? 

Tra altro è importante sapere che le merci possono essere introdotte negli USA per il consumo, immagazzinate nel porto/aeroporto di arrivo o trasportate in un magazzino di un altro porto/aeroporto di ingresso e lì introdotte alle stesse condizioni del porto/aeroporto di arrivo.

Gli accordi per il trasporto della merce fino a un porto/aeroporto d’ingresso posso essere presi dal destinatario, da un agente doganale o da qualsiasi altra persona o azienda che abbia un interesse nella merce; ma fate attenzione, perché a meno che la merce non arrivi direttamente al porto/aeroporto di destinazione, il vettore potrebbe addebitare costi aggiuntivi per il trasporto fino a quel porto/aeroporto.  

A volte le merci possono essere rilasciate attraverso un porto/aeroporto d’ingresso locale, anche se arrivano in un altro porto/aeroporto degli Stati Uniti da un paese straniero.  

Prima dell’arrivo della merce, è necessario effettuare le operazioni doganali presso il porto/aeroporto di ingresso CBP in cui si intende presentare i dazi e la documentazione.  

Avete 15 giorni di calendario dalla data di arrivo di una spedizione in un porto/aeroporto di ingresso degli Stati Uniti per presentare i documenti richiesti al direttore del porto/aeroporto.  

  • Manifesto di entrata (modulo 7533 del CBP) o Domanda e Permesso Speciale di Consegna Immediata (modulo 3461 del CBP) o qualsiasi altro modulo di rilascio della merce richiesto dal direttore del porto/aeroporto,  
  • Prova del diritto di ingresso,  
  • Fattura commerciale,  
  • Liste di imballaggio, se del caso.  

Tuttavia, se la merce deve essere rilasciata dalla custodia del CBP al momento dell’ingresso, è necessario sapere che devi presentare un riepilogo di ingresso per il consumo e depositare i dazi stimati al porto / aeroporto di ingresso entro 10 giorni lavorativi dall’ingresso della merce. 

Bisogna anche tener presente che l’ispezione portuale delle merci e dei documenti è necessaria per determinare alcune cose, per esempio:

  • Il valore della merce ai fini doganali e il suo status di merce imponibile,  
  • Se le merci devono essere marcate con il loro Paese d’origine o se richiedono una marcatura o un’etichettatura speciale; in tal caso, è necessario verificare che le merci siano marcate nel modo richiesto,  
  • Se la spedizione contiene merce proibita,  
  • Se la merce è stata fatturata correttamente, 
  • Se la merce supera le quantità fatturate o se c’è un deficit, 
  • Se la partita contiene stupefacenti illegali. 

Alcuni consigli per uno sdoganamento più veloce:

  1. Includete tutte le informazioni richieste nelle fatture doganali.   
  2. Preparare le fatture in lingua inglese con cura e in modo che i dati siano chiaramente leggibili.
  3. Assicurarsi che le fatture contengano le stesse informazioni della lista di imballaggio.
  4. Marcare e numerare ogni pacco in modo da poterlo identificare facilmente sulla fattura.
  5. Descrivere dettagliatamente il contenuto di ogni pacco sulla fattura.
  6. Controllare il sito web della FDA per conoscere le norme relative ad alimenti, farmaci, cosmetici, bevande alcoliche, ecc.
  7. Seguire le istruzioni relative a fatturazione, imballaggio, marcatura, etichettatura, ecc.
  8. Collaborare con il CBP nello sviluppo della normativa sugli imballaggi delle merci.
  9. Considera la spedizione con un vettore cha fa parte dell’Automated Manifest System (AMS).
  10. Se affidate la transazione a un broker doganale, prendete in considerazione una società che sia membro dell’Automated Broker Interface (ABI).

Quali merci spedire negli USA, alcuni esempi

Dunque, ora hai tantissime informazioni su come spedire in America. Hai un’azienda, gestisci un e-commerce, produci alimenti o vino? Le abbiamo viste tutte e abbiamo supportato diverse realtà del panorama italiano nelle loro spedizioni. Alcuni esempi? Moda, vino, cibo sono alcuni dei settori trainanti in questo momento, cifra stilistica del Made in Italy nel mondo. Gli americani amano il cibo italiano e i nostri stilisti, ma anche tutto ciò che comprende i look che da anni cercano di copiarci. Ecco dunque alcuni consigli un po’ più specifici che ti vogliamo lasciare per il tuo settore di riferimento. 

Spedire cibo negli Stati Uniti

Sia che si tratti di importazione per consumo personale o di vendita di prodotti alimentari, esistono alcune normative stabilite dalla FDA2 che devono essere prese in considerazione per evitare che il pacco venga trattenuto o respinto alla dogana.    

Se si tratta di un’azienda alimentare e si è deciso di espandere il proprio business negli Stati Uniti, bisogna prima registrarsi presso la FDA e tenere conto di alcuni punti, come la “Prior Notice”, che richiede una descrizione dettagliata dei prodotti contenuti nella confezione (tipo di prodotto, contenitore e imballaggio utilizzato, unità di misura, quantità, ecc.); l’imballaggio e l’etichettatura del prodotto, la tabella nutrizionale.   

Ma se vuoi inviare un regalo a un parente o a un amico, la storia è un po’ diversa. Sulla lettera di vettura aerea e sulla fattura pro forma si deve indicare il nome del mittente e del destinatario, entrambi devono figurare come persone fisiche e nella descrizione si deve inserire prima la dicitura ” ”Personal use, not for sale (Per uso personale, non in vendita)” e la descrizione del prodotto; ma se si vogliono inviare i biscotti della nonna alla persona amata, nella lettera di vettura aerea e nella fattura commerciale si deve scrivere nella descrizione la dicitura “Home made, for personal consumption (Fatti in casa, per consumo personale)” e la descrizione del prodotto. 

Tuttavia, se il valore della merce da spedire è superiore a $200 USD, è necessario presentare una “Prior Notice” e una dichiarazione di idoneità dall’ FDA. 

Esempio tabella nutrizionale

2L’autorità di controllo degli alimenti e dei farmaci (Amministrazione degli alimenti e dei farmaci [FDA per il suo acronimo in inglese]).

Spedire vino negli Stati Uniti

Come nel caso dell’esportazione di prodotti alimentari, anche l’esportazione di vino negli Stati Uniti è regolata dalla FDA (Spedire vino negli Stati Uniti: missione possibile per aziende e privati). 

Nel caso di privati e aziende, entrambi devono presentare i seguenti documenti: 

  • Lettera di vettura prodotta dal corriere, emessa in triplice copia; 
  • Fattura commerciale (non pro forma!), anche in 3 copie; 
  • Documento di dichiarazione di acquisto del vino compilato e firmato dal destinatario; 
  • Preavviso; 
  • Documento di esportazione gratuito (dal mittente) 

È necessario disporre di una licenza di importazione, ma se non ne hai una, non preoccuparti: DVA Express ti permette di spedire vino a privati negli Stati Uniti senza una licenza di importazione, indifferentemente dal fatto che tu sia un’azienda o un privato. Per saperne di più, c’è DVA Wine. 

Spedire abbigliamento e fashion negli Stati Uniti

A differenza dell’esportazione di alimenti e bevande, per l’esportazione di abbigliamento dobbiamo attenerci alle normative della Federal Trade Commission (FTC)3, della Consumer Product Safety Commission (CPSC)4 e della Environmental Protection Agency (EPA)5. 

Se hai un e-commerce o stai pensando di espandere il tuo marchio negli Stati Uniti, devi considerare certi punti come la regola dell’etichettatura di cura, il Paese di origine e il materiale di fabbricazione, oltre alla documentazione richiesta dalla dogana. 

Fashion Italiana negli USA

3Federal Trade Commission (FTC): stabilisce e applica gli standard per l’etichettatura di vari materiali, l’uso di etichette con istruzioni per la cura e l’indicazione della corretta nazione di origine 4Consumer Product Safety Commission (CPSC): mantiene gli standard di infiammabilità obbligatori per tutti gli indumenti e, in particolare, per la biancheria da letto per bambini. Il CPSC ha l’autorità di ordinare la distruzione delle spedizioni che non soddisfano gli standard. 5Environmental Protection Agency (EPA): stabilisce gli standard per il rivestimento e la tintura di tessuti e indumenti. .. 

Sviluppare la propria azienda all’estero. Perché scegliere il Mercato Americano 

In conclusione, vale la pena ampliare il proprio mercato e affacciarsi al mondo Americano? Se la vostra azienda sta valutando questa opportunità, ora avete molte più informazioni su come fare. Sono molte le aziende che si rivolgono a DVA per un supporto pratico, tecnico e logistico, capace di tenere conto non solo delle dinamiche di spedizione, ma anche della supply chain e dell’etichettatura.

Ci siamo confrontati negli anni con un mercato complesso come quello degli agrumi, delle porcellane, delle profumazioni che il nostro Paese spedisce in tutto il mondo e abbiamo supportato tutte queste realtà e imprese, dalla costruzione del progetto alla spedizione, fino a creare una nostra sede in America, per rendere tutte le spedizioni più snelle e aiutare nelle fasi di sdoganamento. Scegliere il mercato americano è più facile se ci si affida a un partner competente e che voi scegliate DVA o altri interlocutori, siamo certi che alla fine di questo articolo potrete farlo con più preparazione, facendo le domande giuste.

Non lasciate le vostre spedizioni al caso! E se vi siete “scottati” con una spedizione in America o avete dubbi, siamo qui per risolverli. I nostri consulenti sono pronti a darvi tutto il supporto necessario per Spedire negli Stati Uniti, contattateci e metteteci alla prova. 

Taggato , , , , , , , , ,

Informazioni su DVA Express

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.